Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_budapest

Notizie Consolari

 

Notizie Consolari

 

26/1/2016 

AVVISO ALL’UTENZA – DISTRUZIONE DELLE CARTE DI IDENTITA’ RILASCIATE DALL’UFFICIO CONSOLARE E NON RITIRATE DALL’INTERESSATO
Si informano i connazionali residenti che richiedono l’emissione della carta di identità che, decorso un anno dalla comunicazione da parte di questa Cancelleria Consolare dell’emissione del documento senza che lo stesso sia stato ritirato, questo ufficio procederà alla relativa distruzione.
In tal caso, il connazionale che volesse richiedere nuovamente l’emissione del documento dovrà presentare una nuova istanza e pagare il relativo diritto.


30/1/2014
AVVISO ALL’UTENZA - RESTITUZIONE AI TITOLARI DI CARTE D’IDENTITA’ ITALIANE RINVENUTE ALL’ESTERO
Si rende noto all’utenza che le carte d’identità oggetto di furto o smarrimento all’estero, in caso di rinvenimento, vengono di norma restituite agli Uffici consolari nella cui circoscrizione è avvenuto il furto o lo smarrimento.
Si invitano pertanto coloro che abbiano recentemente subito all’estero un furto/smarrimento e vogliano verificare se la propria carta d’identità sia stata rinvenuta, a contattare l’Ufficio consolare territorialmente competente per ulteriori informazioni in merito.

Si segnala che l’eventuale ritiro dei predetti documenti potrà avvenire, presso l’Ufficio consolare dove è avvenuto il rinvenimento, secondo le seguenti modalità:
- presso gli sportelli dell’Ufficio consolare;
- su richiesta dell’interessato, tramite servizio postale con spese di spedizione a suo carico.

Con riferimento alle carte di identità rilasciate dalla Rete consolare rubate o smarrite all’estero, sarà cura degli Uffici consolari comunicarne il rinvenimento al titolare, evidenziando che le stesse saranno distrutte nel caso in cui non ne sia stata richiesta la restituzione trascorso un anno dalla data del rinvenimento.

31/07/2013
DOCUMENTI DI VIAGGIO PER ENTRARE NEI PAESI SCHENGENDOCUMENTI DI VIAGGIO PER ENTRARE NEI PAESI SCHENGEN
A seguito di  recenti  modifiche  apportate al Codice Frontiere Schengen, dal 19 luglio 2013 tutti i cittadini di Paesi terzi (soggetti o meno ad obbligo di visto) che intendano soggiornare nel territorio degli Stati membri (per soggiorni di durata non superiore ai 90 giorni su un periodo di 180 giorni) dovranno essere in possesso di un documento di viaggio che abbia validità di almeno tre mesi dopo la data prevista per la partenza dal territorio degli Stati membri e che sia stato rilasciato nel corso dei dieci anni precedenti.
Per maggiori informazioni si suggerisce di visitare la pagina Passaporti e Documenti di Viaggio Equivalenti sul portale www.esteri.it al seguente link http://www.esteri.it/MAE/IT/Ministero/Servizi/Stranieri/IngressoSoggiornoInItalia/Passaporti_documenti.htm

08/07/2013

AVVISO PER I VIAGGIATORI IN PARTENZA DALL’UNGHERIA CHE UTILIZZANO LE COMPAGNIE LOW COST, IN PARTICOLARE LA COMPAGNIA WIZZ AIR


Comunicazione alla Cancelleria consolare degli indirizzi di posta elettronica dei connazionali residenti.
Al fine di offrire ai cittadini residenti servizi più efficaci e tempestivi, si segnala la possibilità di comunicare gli estremi del proprio indirizzo di posta elettronica inviando una mail alla Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Budapest all’indirizzo consolare.ambbudapest@esteri.it.
I connazionali, in tal modo, potranno ricevere per posta elettronica, all'indirizzo comunicato, informazioni di carattere generale relative ai servizi consolari.
Gli indirizzi di posta elettronica comunicati dai connazionali saranno utilizzati dalla Cancelleria consolare per fini esclusivi d'ufficio, nel rispetto della normativa sul trattamento dei dati personali.


27/7/2012
Regolamento sul controllo del denaro in entrata e uscita dai Paesi UE – Limiti multe in Ungheria
Ogni persona fisica che entra nell’Unione Europea o ne esce è giuridicamente obbligata a dichiarare  alle autoritá competenti dello Stato membro il denaro contante  che ha con sé di importo pari o superiore a Euro  10.000=  Il limite è  complessivo e riguarda la somma di tutte le valute trasportate  compresi gli importi dei  sostituti del denaro (assegni, azioni, traveller’s cheques, etc). La dichiarazione deve essere fatta alle autorità doganali- o altrimenti competenti -  del luogo dove si entra o si esce dall’Unione Europea.

Le autorità doganali ungheresi, nell’ambito della competenza assegnata a ciascun paese UE, hanno definito la misura delle multe   come segue:
10% dell’ammontare del denaro non dichiarato che eccede Euro 10.000= ma non eccede Euro 20.000=.
40% dell’ammontare del denaro non dichiarato che eccede Euro 20.000= ma non eccede Euro 50.000=.
60% dell’ammontare del denaro non dichiarato che eccede Euro 50.000=

Le autorità doganali possono trattenere l’ammontare della multa direttamente dal  contante.
Le nuove disposizioni ungheresi sono differenti dalla precedente procedura, che prevedeva l’applicazione di  una  multa  massima di  HUF 150.000=

13/07/2012
Norma che vieta l’esibizione in pubblico di alcuni simboli

 
 
Nel codice penale ungherese è contemplata  una norma che vieta l’esibizione in pubblico di alcuni simboli e cioè la svastica, l’insegna SS, la croce frecciata, il simbolo falce e martello, la stella rossa a cinque punte. Anche l’uso di questi simboli a fini non propagandistici può essere passibile di sanzioni, cosí come se compaiono su abiti o indumenti. 

25/05/2012
Avvisi per i visitatori e per le società di trasporto

23/05/2012
AVVISO ALL’UTENZA - RESTITUZIONE PASSAPORTI RINVENUTI ALL’ESTERO E RESTITUITI AGLI UFFICI CONSOLARI ITALIANI
Si rende noto all’utenza che i passaporti oggetto di furto o smarrimento e successivamente rinvenuti da parte delle locali Autorità, vengono restituiti a questo Ufficio consolare.
Si invitano pertanto coloro che abbiano recentemente subito un furto/smarrimento nell’ambito di questa circoscrizione consolare e vogliano verificare se i propri passaporti siano stati rinvenuti, a contattare questo Ufficio consolare (eventualmente al seguente recapito telefonico o al seguente indirizzo mail o l’indicazione di eventuali giorni o orari di ricevimento, personalizzato dalla Sede) per ulteriori informazioni in merito. Si segnala che l’eventuale ritiro del passaporto potrà avvenire secondo le seguenti modalità:
-  ritiro diretto presso l’Ufficio consolare;
- invio per posta, con spese di spedizione a carico del richiedente. Si ricorda che trascorso il periodo massimo di un anno di giacenza presso l’Ufficio consolare, a decorrere dalla data in cui le Autorità locali restituiscono i passaporti rubati o smarriti, senza che i documenti siano stati reclamati dai legittimi proprietari, si procederà alla loro distruzione senza ulteriori comunicazioni.


04/04/2012
INFORMAZIONI SU DOCUMENTI IDENTITA' NECESSARI PER ENTRARE IN UNGHERIA

04/04/2012
AVVISO IMPORTANTE: MINORI CHE VIAGGIANO ALL’ESTERO

22.04.2008 - aggiornato al 1/1/2012
Dichiarazione di libretti di risparmio postale cd. “dormienti”.


Numero unico europeo di emergenza

Si segnala che è possibile contattare gratuitamente i servizi di Pronto Intervento in qualunque Paese dell’Unione Europea, componendo il numero 112 da qualsiasi telefono fisso o mobile. Il numero 112 è disponibile 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Il servizio, gestito dalle Autorità locali, è offerto nella lingua ufficiale del Paese e spesso anche in una lingua veicolare aggiuntiva.
Il servizio, fermo restando le competenze consolari in materia, è da considerarsi ben più adatto a segnalare emergenze gravi, poiché direttamente connesso alle strutture di pubblica sicurezza e soccorso in Ungheria.

 


131