Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_budapest

Il 15 giugno 2012 Dr. Darák Péter ha ricevuto l’Ambasciatore d’Italia a Budapest

Data:

15/06/2012


Il 15 giugno 2012 Dr. Darák Péter ha ricevuto l’Ambasciatore d’Italia a Budapest

Dr. Péter Darák, Presidente della „Kúria”, il 15 giugno 2012 ha ricevuto la visita di cortesia della signora Maria Assunta Accili Sabbatini, l’Ambasciatore accreditato della Repubblica Italiana a Budapest.

Il Presidente della „Kúria”ha riferito all’Ambasciatore d’Italia, in carica dal 3 maggio, che in passato non c’erano rapporti istituzionali di giustizia tra i due Paesi, neanche tra i vertici delle Corti Supreme. Il Presidente ha constatato con piacere che da quando é in carica ha avuto modo di partecipare a diverse conferenze internazionali di giurisprudenza e giustizia (l’ultima il giorno 11 giugno a Hannover), dove ha avuto l’opportunitá di scambiare pareri con colleghi italiani.

Il Dr. Péter Darák ha sottolineato di essere pronto a stringere rapporti con i vertici dei fori supremi della giustizia italiana. Ha aggiunto che la „Kúria” é aperta alla comune realizzazione di programmi professionali di un certo rilievo e che a lui farebbe piacere poter ricevere giudici italiani nell’ambito dell’esistente programma europeo di scambio, cosí come alcuni giudici francesi e lettoni hanno giá partecipato ai programmi pofessionali della „Kúria”.

L’Ambasciatore italiano ha posto l’attenzione sui compiti comuni nati sia dai rapporti storici e culturali tradizionali esistenti tra i due Paesi sia dall’adesione all’Unione Europea. Ha descritto le mansioni piú importanti della Corte Suprema Italiana. Ha chiesto l’opinione del Presidente del „Kúria” sugli elementi essenziali delle riforme giurisdizionali ungheresi.

L’Ambasciatore d’Italia ha promesso che sará sua cura inoltrare ai competenti partners giurisdizionali italiani il messaggio sull’intenzione di collaborazione. Ha inoltre espresso la speranza che l’Anno della Cultura Italiana possa contribuire ad un ulteriore approfondimento dei rapporti bilaterali.

Budapest, 15 giugno 2012

Segreteria responsabile per la Stampa della Kúria


208